Sport invernali: i benefici di allenarsi al freddo

Sport invernali: i benefici di allenarsi al freddo

C’è chi considera solo l’estate un buon momento per allenarsi, chi d’inverno contempla solo discipline indoor come spinning e allenamento con i pesi in palestra e poi ci sono loro: quelli che il freddo lo amano e praticano sport invernali outdoor.

Lo sappiamo, fare sport al freddo, magari in una giornata di cielo grigio, con il divano che ci tenta… è poco allettante. Ma molti ricercatori sono concordi nell’affermare che sia, in realtà, molto benefico per l’organismo e per l’umore.

Andiamo a vedere perché e quali sport invernali potete decidere di praticare

Benefici dell’allenamento al freddo

I benefici legati all’allenarsi fuori anche con basse temperature sono legate proprio a queste ultime e al loro impatto fisiologico sul corpo umano.

Molto banalmente, correre o fare altra attività fisica all’aperto quando fa freddo, porterebbe a bruciare più calorie, per il semplice fatto che l’organismo ne brucia in aggiunta per il solo fatto di doversi termoregolare.

Non solo: vinta la resistenza iniziale, sarebbe anche un ottimo modo per migliorare l’umore e combattere il cosiddetto winter blues, cioè la malinconia che colpisce molte persone tra novembre e febbraio circa, quando le giornate più corte, il buio e le basse temperature incidono sulla quotidianità. Anziché rifugiarsi sotto le coperte e nei comfort-food, che rischiano solo di alimentare il malessere, uscire a fare una corsetta sembrerebbe un toccasana.

Respirare aria fresca, produrre endorfine con la fatica fisica e godere dei raggi del sole – sintetizzando così vitamina D – è un vero concentrato di benessere.

Addirittura, c’è chi afferma che, se correttamente coperti e protetti dal freddo, gli sport invernali aiutino a rinforzare le difese immunitarie.

5 sport invernali divertenti da provare in questa stagione

Non siete amanti del freddo e non avete mai provato ad avventurarvi fuori a fare sport passato settembre?

Vi diamo noi qualche consiglio per attività divertenti e alla portata di tutti, con qualche lezione e un pochino di allenamento.

  • Sci di discesa e snowboard: sono le discipline più note e amate dell’inverno. Comprensori e impianti mettono quasi sempre a disposizione maestri in grado di insegnare le basi anche ai principianti, e noleggio di attrezzature se non si è in possesso dell’equipaggiamento necessario. Sempre meglio fare attenzione e seguire le indicazioni sulle difficoltà delle piste, onde evitare spiacevoli infortuni.
  • Sci di fondo: il cugino più “semplice” dello sci classico, il fondo è una splendida attività, un movimento completo di braccia e gambe, un incredibile allenamento cardiovascolare che permette di godere anche di paesaggi innevati davvero incantevoli (che gli amici della discesa, spesso, intravedono soltanto mentre “sfrecciano” a valle).
  • Pattinaggio su ghiaccio: sport all’apparenza fiabesco e leggero, è una disciplina sportiva in realtà affascinante e complessa da padroneggiare. Ma chi non adora, nel periodo natalizio, fare un tentativo di inforcare ai piedi le “lame” e lanciarsi con il partner sulla pista ghiacciata?! Al massimo, si rischiano un ruzzolone e una risata.
  • Ciaspole: chi ama il trekking estivo, di norma in inverno adora le ciaspole o racchette da neve. Questi semplici accessori, da agganciare agli scarponi, permettono di percorrere itinerari sulla neve in tutta sicurezza. Da provare!
  • Running: correre in inverno, non sulla neve ovviamente, ma ovunque in città e campagna, è un’esperienza bellissima. La sensazione di freddo iniziale passa presto grazie all’attività fisica e i più “pro” sanno bene che le migliori gare si preparano in inverno e i tempi da recordo sono più semplici da fare quando le temperature non sono troppo elevate.

Consigli e controindicazioni del fare sport in inverno

Fondamentale essere equipaggiati nel modo più consono, per ripararsi dal freddo, soprattutto le estremità come testa, mani/piedi e naso, mantenendo però una buona traspirabilità degli indumenti scelti, per evitare di sudare e sentirsi raffreddare il sudore addosso.

Sempre bene, soprattutto se si praticano sport in montagna, proteggersi anche in inverno con una buona protezione solare, anche per le labbra.

Essenziale idratarsi, anche se si sentirà meno sete che in estate: meglio, magari, avere con sé una borraccia termica con una bevanda tiepida, come un tè verde, da sorseggiare ogni tanto. Alimentarsi nel modo corretto è importante ma meglio non esagerare con pasti troppo pesanti, onde evitare di sovraccaricare la digestione in un momento in cui l’afflusso di sangue del corpo è orientato a scaldarci.

Puntate ad avere energia senza appesantirvi troppo (poi ok, la polenta o la cioccolata calda al rifugio dopo lo sci ci stanno sempre!).

Attenzione ai movimenti bruschi e allo stretching statico: al freddo questa buona pratica potrebbe diventare controproducente e favorire l’insorgere di piccoli crampi o tensioni muscolari. Meglio scaldarsi con qualche passo di corsetta leggera e un po’ di stretching dinamico, muovendo braccia e gambe per rendere i movimenti fluidi.

Fonti:

Empfohlene Produkte

Zurück zum Magazine

0 Kommentare

Hinterlasse einen Kommentar